Archivi categoria: ANNAVIVA

Sospeso su Twitter celebre account di satira su Putin

(AdnKronos) – Twitter ha sospeso l’account @DarthPutinKGB, celebre per le sue battute al vetriolo sul presidente russo e con 50mila follower in tutto il mondo. La stessa sorte è toccata di recente a @SovietSergey, una pagina di presa in giro del ministro degli esteri Sergei Lavrov, che non ha mai tuttavia raggiunto la popolarità del primo.
Satira contro Putin – “La Russia ha tagliato le spese per la difesa. Le spese per gli attacchi rimangono invariate” o “non credere a nulla che il Cremlino non abbia prima negato con forza”, alcuni dei tweet che si potevano leggere, ogni giorno, sull’account.
L’autore dei tweet si presentava con “il 146% dei russi non mi ha eletto. Non visitate la Russia. Sono io a venire da voi. Servo il te a coloro che considerano questo account una parodia. I tweet topless sono firmati vvp (vladimir vladimirovich putin, ndr)”.account-sospeso

L’eredità del 1956

Oggi e domani a Milano conferenza storico culturale in occasione del 60° anniversario della rivoluzione in Ungheria

Il 26 ed il 27 maggio il Consolato Generale di Ungheria in Milano, in collaborazione con l’Università Cattolica, con il contributo del Ministero degli Affari e del Commercio Esteri di Ungheria, commemorano la rivoluzione del 1956 in Ungheria con la conferenza “L’Eredità del 1956”, conferenza storico-culturale, in occasione del 60° anniversario della  rivoluzione del 1956 in Ungheria” presso la sala Negri da Oleggio dell’ateneo di Milano.

Qui il programma della conferenza

Invading Hungary
A squadron of Russian T55 main battle tanks rumbling down a street in Budapest during Russia’s invasion of Hungary. (Photo by Keystone/Getty Images)

In occasione della conferenza sarà presente, tra gli altri, l’onorevole Mária Wittner, che ha partecipato in persona nei moti del 1956, assieme a Lajos Okolicsányi e Barbara Gluska, che parleranno dei loro ricordi, affidando alla città di Milano testimonianze inestimabili  e mai raccontare sino ad ora.

A moderare gli incontri saranno: per il primo giorno, il prof. Adriano Dell’Asta, docente dell’Università Cattolica, per il secondo, la dott.ssa Krisztina Sándor, addetto stampa e cultura del Consolato Generale di Ungheria.

L’evento è aperto a tutti, fino ad esaurimento posti su prenotazione al seguente indirizzo consulate.mil@mfa.gov.hu

 

Nadiya Savchenko è libera 

La Russia ha rilasciato la top-gun ucraina Nadiya Savchenko, già rientrata in Ucraina. Savchenko é stata rilasciata nell’ambito di uno scambio con due agenti russi che erano in carcere in Ucraina, ha detto un funzionario dell’amministrazione di Kiev che ha voluto mantenere l’anonimato.Savchenko é stata rilasciata nell’ambito di uno scambio con due agenti russi che erano in carcere in Ucraina, ha detto un funzionario dell’amministrazione di Kiev che ha voluto mantenere l’anonimato. La top gun è atterrata all’aeroporto internazionale di Kiev in concomitanza con l’arrivo a Mosca dei due prigionieri russi liberati


(Fonte: ANSA) 

Ex Jugoslavia: geografia criminale e traffici illeciti

ex-jugoslavia
(Credit foto: Dizionari più Zanichelli)

Dopo aver aperto una finestra lo scorso anno sulla mafia russa con il libro e la testimonianza di Pino Scaccia e la presentazione delle tesi universitarie di Sarah Mazzenzana e Carmela Racioppi, intendiamo proseguire nel cammino di conoscenza della criminalità nell’est europeo

 

MERCOLEDI’ 25 MAGGIO – ore 19.30

Libreria Popolare – Via Tadino 18 –  MILANO

EX JUGOSLAVIA: GEOGRAFIA CRIMINALE E TRAFFICI ILLECITI

 Relatrice: Carmela Racioppi

 Interverrà: David Gentili, Presidente della Commissione Consiliare antimafia di Milano

 La partecipazione è libera

Donna non rieducabile all’Argot Studio di Roma

Donna non rieducabile a RomaIn occasione dei 10 anni dalla morte della giornalista russa Anna Politkovskaja, torna in scena Donna non rieducabile, un progetto di e con Elena Arvigo. Appuntamento dal 3 al 15 maggio all’Argot Studio di Roma.

Lo spettacolo è stato prodotto dal Teatro delle Donne – centro nazionale di Drammaturgia, che lo portò sul palco per la prima volta nel 2007, a solo sette mesi dalla morte della giornalista.

Il testo è stato scritto dall’autore e regista Stefano Massini.

Come è successo a ottobre 2015 a Milano, anche a Roma sono in calendario una serie di appuntamenti prima e dopo lo spettacolo. Letture, dibattiti e presentazioni che si terranno
nel teatro stesso.

MARTEDì 3 MAGGIO, ORE 21 – l’Associazione Annaviva presenta lo spettacolo

Donna non rieducabile
Donna non rieducabile

GIOVEDì 6 MAGGIO, dalle 19.00 – Giulia Morello presenterà il suo libro Sono innamorata di Pippa Bacca Chiedimi perché (ed. Castelvecchi) la storia di Giuseppina Pasqualino di Marineo, in arte Pippa Bacca, artista nata a Milano il 9 dicembre 1974 e uccisa in Turchia il 31 marzo 2008 durante la performance artistica Brides On Tour – Spose in Viaggio, incentrata sull’amicizia e sulla pace tra i popoli. Questo è il primo libro autorizzato dalla famiglia di Pippa Bacca. Leggerà brani dal libro l’attrice Alice Spisa.

– VENERDì 6 MAGGIO, dalle 18.30, prima dello spettacolo, il dibattito “Perché Anna oggi?” vuole riflettere su alcune questioni come “Che vantaggio può avere veicolare questo tipo di storie attraverso il teatro?”, “Che cosa significa teatro civile?”. Interverranno Elena Dundovich, membro fondatore del Memorial Italia, Lucia Sgueglia, giornalista free lance collaboratrice da Mosca per La Stampa, L’Espresso, Radio Svizzera Italiana;
Carlo Orlando, direttore artistico dell’ Associazione Narramondo che nasce nel 2001 dall’urgenza e esigenza di portare in teatro le ferite del tempo presente,
Maria Maddalena Lepri, Vice direttore Radio Rai, Cristina Ghelli, direttrice del Teatro delle Donne – Centro di drammaturgia di Calenzano, Laura Giannoni, organizzatrice del Teatro delle Donne – Centro di drammaturgia di Calenzano e
Ferdinando Maddaloni, fondatore associazione Artisti Civili.

SABATO 7 MAGGIO, alle 18.30 – Valentina Carnelutti e Stefano Scherini presentano alcune letture tratte dal loro spettacolo Non ho altro da aggiungere, nato per commemorare il naufragio di Lampedusa del 3 ottobre. Lo spettacolo racconta la storia di Razan, fuggita dalla Siria in guerra, insieme ai suoi figli. Dal pomeriggio sarà inaugurata la
mostra della pittrice Fabiana Iacolucci che ha aderito con Valentina Calvani al progetto Le imperdonabili realizzando su china dieci tavole ispirate al tema di testimoni scomodi.

DOMENICA 8 MAGGIO, alle 20 :45 – documentario Grozny Blues, nomnato allo Swiss Film Award 2016, di Nicola Bellucci scritto insieme alla giornalista Lucia Sgueglia. Il film si sviluppa intorno a quattro donne che da anni lottano per i diritti umani in un contesto ogni giorno peggiore, sempre più disilluse dal presente nella Russia di Putin. Nicola Bellucci e Lucia Sgueglia saranno entrambi presenti alla proiezione del film.

VENERDì 13 MAGGIO – Eva Cambiale e Carlo Orlando leggeranno brani tratti da
Ragazzi di Zinco di Svetlana Aleksievic che raccoglieva le voci dei reduci della guerra in Afghanistan.
Un meta-racconto su una forma di teatro (il teatro di narrazione civile, che nel nostro paese ha conquistato l’attenzione del pubblico) e di drammaturgia, quella appunto del teatro documento e della testimonianza che nel suo essere senza filtro, nel
suo esprimersi senza metafore, racconta una verità che spesso, quando non è verità di comodo, non vuole essere sentita.

Nemtsov, completate indagini contro 5 accusati di omicidio

(ANSA) – MOSCA, 29 GEN – Cinque incriminati, tutti ceceni, accusati di “aver commesso un omicidio su commissione come parte di un gruppo organizzato” e di possesso illegale di armi da fuoco. 

  
Sono state completate le indagini che vedono Zaur Dadaiev, Anzor e Shadid Gubashev, Temirlan Eskerkhanov e Khamzat Bakhaiev accusati dell’omicidio dell’oppositore russo Boris Nemtsov, freddato a pochi passi dal Cremlino nel febbraio dello scorso anno. Lo fa sapere il Comitato investigativo precisando che “si indagherà ulteriormente” con un procedimento separato sul latitante Ruslan Mukhudinov, accusato di essere “il mandante e l’organizzatore”, e su altre persone non identificate. 

Ruslan Mukhudinov è “nella lista dei ricercati internazionali dal novembre del 2015”, ed era un militare del battaglione della polizia cecena ‘Sever’, considerato il corpo di guardia personale del luogotenente di Putin in Cecenia Ramzan Kadyrov.

Alla stessa unità armata appartenevano Zaur Dadaiev, che ne era il vice comandante, e Beslan Shavanov. Nonche’ il nipote del senatore Suleiman Gheremeiev, Ruslan Gheremeiev, che la stampa russa indica come testimone nel caso ma che secondo alcuni analisti potrebbe essere un anello di collegamento tra il mandante, o i mandanti, dell’omicidio e gli esecutori. 

Le indagini contro un altro sospettato, Beslan Shavanov, sono invece state concluse lo scorso novembre perché questi nel marzo 2015, accerchiato dalla polizia nel suo appartamento a Grozny, si sarebbe fatto saltare in aria con una granata.

Lettura di testi di #AnnaPolitkovskaja e #SvetlanaAleksievic: stasera maratona alle 21. Attori e non sul palco del @TeatroOutOff1

24 ottobre, ore 21.00 – Teatro Out Off – ingresso libero

AnnaViva vi inaleksievich_politkovskajavita a partecipare alla maratona di letture tratte dai testi di Anna Politkovskaja e Svetlana Aleksievich, Nobel per la Letteratura 2015.

Attori e non saliranno sul palco del teatro di via Mac Mahon 16, a Milano, per interpretare i brani di queste due donne, mirabili firme del giornalismo post sovietico, che con estrema lucidità e integrità hanno denunciato gli orrori della guerra in Cecenia (Politkovskaja), e i drammi dell’ex Unione sovietica (Aleksievic), non senza affondi diretti contro la politica del presidente Putin.

211 Anna di Giovanna Massimetti e Paolo Serbandini – The Day After

Anna 211211 Anna, questo il titolo del documentario proiettato ieri al Teatro Out Off di Milano, dedicato ad Anna Politkovskaja. 211, perché proprio Anna è stata la 211esima giornalista morta in Russia dalla caduta dell’Unione Sovietica. Un documentario intenso e ricco di approfondimenti che ha messo in luce la figura della Politkovskaja non solo dal punto di vista professionale, ma anche umano. Componenti inscindibili in realtà perché il suo lavoro non finiva mai con un articolo pubblicato.

Come hanno evidenziato i registi di 211 Anna, Giovanna Massimetti e Paolo Serbandini, durante il dibattito seguito alla proiezione, il documentario nasce con l’intento di raccontare la sua storia allargando il punto di vista anche alla sua famiglia e a 25 anni di storia della Russia. Una storia costellata di delitti rimasti ancora oggi impuniti e di un entusiasmo nazionalista che sta contagiando sempre più persone, persino vecchi lettori della Novaya Gazeta.

Al dibattito, moderato da Annaviva, erano presenti inoltre Elena Arvigo, protagonista dello spettacolo Donna non rieducabile, in scena a Milano fino al 25 ottobre, e Livia Grossi, giornalista del Corriere della Sera che ha tenuto un reading teatrale dal titolo “Maria la rifugiata politica”.

Documentario “211: Anna” e incontro coi registi 

 22 ottobre 2015 –  L’Associazione Annaviva presenta il documentario 211: Anna (90’, Italia, 2008), sulla figura di Anna Politkovskaja. Introducono e commentano la proiezione i registi del film: Giovanna Massimetti e Paolo Serbandini. 

  •  Ore 18 teatro Out Off, via Mac Mahon 16. Ingresso gratuito.

  
211: Anna (90’, Italia 2008) nominato Miglior documentario al David di Donatello 2009 e selezionato al Sundance Festival 2009 – ripercorre la vita e la carriera della giornalista uccisa a Mosca il 7 ottobre 2006 mente si stava occupando del conflitto russo-ceceno.
Un numero e un nome danno il titolo del documentario: 211 sono stati i giornalisti e le giornaliste assassinati dalla caduta dell’Unione sovietica fino al 2006. La duecentundicesima vittima è proprio Anna Politkovskaja. 

Gli appuntamenti con Annaviva – per non dimenticare – continuano anche nelle prossime settimane: 

24 ottobre, ore 21, lettura scenica dei testi di Anna Politkovskaya al Teatro Out Off

Vi ricordiamo inoltre che il memorandum teatrale Donna non rieducabile con Elena Arvigo – testo di Stefano Massini, progetto di Elena Arvigo e Rosario Tedesco – resterà in scena fino al 25 ottobre. Sul sito del teatro Out Off i prezzi del biglietto e tutte le promozioni per assistere allo spettacolo.

Documentario Letter to Anna dedicato ad Anna Politkovskaya a Milano

Continuano le iniziative dedicate ad Anna Politkovskaya, a nove anni dalla tragica e ancora irrisolta scomparsa. Giovedì 15 ottobre alle ore 18 vi aspettiamo al Teatro Out Off di Milano per la proiezione del documentario Letter to Anna di Eric Bergkraut.

Ingresso gratuito

Il trailer di Letter to Anna:

Fino al 23 ottobre sarà possibile inviare la propria frase o citazione preferita di Anna Politkovskaja a arvix@mac.com. Tutto il materiale raccolto verrà letto al teatro Out Off di Milano in una serata speciale il 24 ottobre.

Lo spettacolo teatrale Donna non rieducabile è in programma fino al 25 ottobre al teatro Out Off. Per informazioni consultate il sito