Archivi categoria: Bielorussia

Lukashenko chiude l’ambasciata svedese per gli orsacchiotti

Lukashenko, il dittatore bielorusso, sempre più isterico per gli orsetti democratici paracadutati a luglio.
Dopo aver rimosso due generali e aver espulso l’ambasciatore svedese (da dove è partito l’aereo com gli orsacchiotti) ha cacciato anche tutto il personale:
http://www.asca.it/news-Bielorussia__gelo_tra_Minsk_e_Stoccolma__cacciati_i_diplomatici_svedesi-1185828-ATT.html
Ora anche l’Unione europea deve muoversi:
http://www.agi.it/iphone/notizie/201208081458-est-rom0059-bielorussia_crisi_con_svezia_ue_convoca_summit_emergenza
Avanti così. Un orsacchiotto lo seppellirà.

20120808-184944.jpg

Orsetti dal cielo: Lukashenko sempre più isterico

Gli orsetti con slogan anti regime, ricordano i blitz che gli antifascisti fecero su Milano lanciando volantini contro il regime mussoliniano dal cielo.
Lukashenko, come ai suoi tempi il Duce, non l’ha presa bene.
Prima ha silurato i responsabili delle forze armate deputate alla difese delle frontiere.
Ora ha invece espulso l’ambasciatore svedese. Da quel paese proveniva infatti il piccolo aeroplano che ha violato lo spazio aereo bielorusso, per il gesto di disobbedienza civile e di protesta:
http://notizie.tiscali.it/feeds/12/08/03/t_42_20120803_EST_TN01_0048.html?ultimora
Il regime comunque sta reagendo troppo platealmente contro quella che rimane una (democratica) goliardata:
http://it.euronews.com/2012/08/03/bielorussia-gli-orsetti-sfidano-il-regime-di-andrei-lukashenko/
Comunque una dittatura che si fa spaventare da dei peluche è davvero ridicola. Sanguinaria, repressiva, ma ridicola.

20120804-232716.jpg

Orsachiotti contro Lukashenko. E lui punisce i vertici militari

Continua a provocare conseguenze il lancio (da un aereo) sulla Bielorussia di una serie di orsachiotti con slogan contro il dittatore.
Lukashenko ha fatto fuori i vertici militari del paese:
http://www.globalist.it/Detail_News_Display?ID=31370&typeb=0&In-Bielorussia-militari-silurati-per-l-invasione-dei-peluche
Il lancio di protesta è avvenuto il 4 luglio ma le sanzioni sono di questo giorni. Lukashenko d’altronde non è stato ammesso a Londra per le Olimpiadi e quindi avrà avuto tempo per rimuginarci su:
http://www.nation.com.pk/pakistan-news-newspaper-daily-english-online/international/01-Aug-2012/belarus-sacks-top-brass-over-scandal
Quando paracaduteranno lo stesso Lukashenko fuori dalla Bieorussia? A Mosca lo aspettano a braccia aperte…

20120801-195743.jpg

Lukashenko si guarda le Olimpiadi in tv…

Il dittatore bielorusso si guarderà la cerimonia di apertura delle Olimpiadi e anche tutte le gare dal salotto di casa sua.
Gli inglesi hanno ribadito che Lukashenko è persona non grata:
http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/notizia.php?IDNotizia=537991&IDCategoria=2688
In Italia sarebbe stato accolto con baci e abbracci.
La Bielorussia non boicotterà comunque i giochi, malgrado il presidentissimo guidi anche il Coni locale:
http://www.tmnews.it/web/sezioni/nuovaeuropa/PN_20120726_00054_NE.shtml
Mosca si lamenta che non sia stato rispettato lo spirito olimpico. Alla inaugurazione delle loro Olimpiadi invernali, i dittatori saranno tutti i prima fila…

20120727-193538.jpg

Annaviva e l’amica Vera Stremkovskaya

Questa sera Vera Stremkovskaya, avvocata bielorussa impegnata nella difesa dei diritti umani, perseguitata e fuggita dal suo Paese (vive attualmente in Svezia), questi giorni in Italia ospite della ‘Robert F. Kennedy Foundation for Justice and Human Rights’, sarà a Milano per un evento legato al libro ‘Speak Truth to Power’ di Kerry Kennedy, figlia di Robert Kennedy e fondatrice dello stesso RFK Center.

Vera è presente nel libro come esponente per la Bielorussia, insieme a donne e uomini che si sono distinti per le loro battaglie in difesa dei diritti umani nei loro Paesi: Elie Wiesel e Rana Husseini, il Dalai Lama e Desmond Tutu, solo per citarne alcuni.

Domani 18 maggio, Vera sarà a Firenze per una ‘lectio magistralis’ nell’ambito del programma di formazione sui Diritti Umani rivolto agli insegnanti e organizzato dalla stessa fondazione americana.

Ieri sera, invece, Vera ha incontrato Annaviva in un’occasione informale a Milano. Annaviva e Vera hanno rinnovato il rapporto di collaborazione, profonda stima e  affetto nato in occasione dell’evento Bielorussia, Prigione ‘A Cielo Aperto’, organizzato dalla nostra associazione nello scorso mese di novembre insieme con Natalja Radina, giornalista bielorussa del portale indipendente Charter ’97 e l’On. Matteo Mecacci, Deputato Radicale e Presidente della Commissione per i Diritti umani dell’Assemblea parlamentare dell’OSCE.

“In Bielorussia, dice Vera, la situazione va lentamente migliorando (il Presidente Alexander Lukashenko, sta infatti cercando di ‘rifarsi il look’ in vista dei prossimi campionati mondiali di hockey su ghiaccio previsti a Minsk per il 2014): alcuni detenuti politici sono stati liberati ma altri restano ancora in carcere” e Vera non ritiene possibile un suo ritorno a breve nel suo Paese….

Vera Stremkovskaya e alcuni amici di Annaviva