Archivi categoria: Turismo responsabile

Viaggio solidale nella Federazione Russa

Viaggisolidali.it organizza un viaggio solidale nella Federazione Russa – Mosca e San Pietroburgo. Storia, arte e diritti umani.

Tappe
1° giorno: ITALIA – MOSCA
2° giorno: MOSCA
3° giorno: MOSCA
4° giorno: MOSCA – SERGEV POSAD – MOSCA
5° giorno: MOSCA
6° giorno: MOSCA – SAN PIETROBURGO
7° giorno: SAN PIETROBURGO
8° giorno: SAN PIETROBURGO
9° giorno: SAN PIETROBURGO – ITALIA

Cosa rende speciale il viaggio
Il viaggio è stato ideato dalla giovane russista Marta Dellanoce e si avvale della collaborazione con lo staff di Skaski, vero punto di riferimento per la cultura gastronomica (e non solo!) a Torino: http://www.skaski.it
Dal punto di vista dei contenuti sociali, il viaggio è stato ideato con il contributo di Giuliano Prandini di Amnesty International: in questo modo si uniranno le visite storico-artistiche a una serie di importanti approfondimenti sui diritti umani. A Mosca si visiterà il museo del GuLag, presso la sede di Memorial, organizzazione attiva nella tutela dei diritti civili e della memoria del periodo sovietico. Altra tappa di Mosca, la sede della Novaja Gazeta, il quotidiano per cui ha lavorato la giornalista Anna Politkovskaja.
A San Pietroburgo si incontreranno invece le donne dell’associazione Madri dei Soldati, attiva nella tutela dei diritti e della salute dei figli e delle loro famiglie.
L’itinerario è organizzato in collaborazione con i responsabili di Amnesty International Russia: durante il viaggio approfondiremo la conoscenza delle loro attività in salvaguardia dei diritti umani. La quota di solidarietà per lo sviluppo locale prevista da questo viaggio finanzia le attività delle diverse associazioni impegnate nel campo dei diritti umani che incontreremo nel corso del viaggio: Memorial, Amensty International e Madri dei Soldati di San Pietroburgo.

20130623-185550.jpg

20130623-185828.jpg

AnnaViva in Ungheria, photogallery dell’altra Budapest

András Arató, Balàzs Nagy-Navarro, Balázs Tóth. Tre uomini che si battono per la libertà di stampa e in difesa dei diritti civili in Ungheria. Sono alcune delle persone che abbiamo incontrato durante l’ultima tappa di turismo responsabile. Sono i volti dell’altra Budapest, che ogni giorno lotta contro le violazioni dei principi della democrazia presa in ostaggio dal governo Orban.