Archivi tag: ANNAVIVA

giardino dei giusti

Omicidio #Politkovskaja 5 condanne, un piccolo passo avanti

Sono passati 7 anni e mezzo da quando Anna Politkovskaja è stata ammazzata nell’ascensore di casa sua, nel centro di Mosca.

7 anni di depistaggi, di ridicole conferenze stampa di uomini vicini a Putin, di indagini azzoppate, di giudici che scappavano.

7 anni dopo arrivano le prime condanne per l’assassinio della nostra Anna.
Un gruppo di ceceni le avrebbe fatto fuoco cinque volte: uno dei tre fratelli Makhmudov giudicato esecutore materiale, gli altri suoi complici. Questi tre sarebbero stati aiutati a vario titolo da uomini della sicurezza russa (immaginiamo nel tempo libero, non certo in orario di lavoro, altrimenti qualche superiore ne avrebbe dovuto rispondere).

Bene, bravi. I giudici popolari hanno emesso le condanne in base alle prove fornite. Ora il giudice dovrà stabilire l’entità della pena.

Ma perché tre ceceni e tre russi (un altro poliziotto era stato condannato – in un processo parallelo – a 11 anni di galera per aver pedinato e fornito la pistola per uccidere la giornalista) hanno assassinato Anna? Cosa o chi li ha spinti? O meglio chi glielo ha ordinato? Chi ha pagato il loro stipendio per quell’assassinio? Chi ha fornito i rubli per la logistica?

Domande che resteranno senza risposta fino a quando non verranno aperti gli archivi di questa (terribile) stagione putiniana.

È per questo che Annaviva se da un lato saluta questa tardiva giustizia per Anna, dall’altro domanda a gran voce che – prima o poi – qualcuno si prenda la briga di scoprire chi è stato il mandante di quel vile assassinio.

Solo quando alla sbarra finirà chi ha ordinato questo e altri omicidi di giornalisti (che ne è stata della patetica caccia ai killer di Natasha Estemirova che avevate detto di aver individuato, caro presidente Medvedev??) Annaviva potrà finalmente gioire.

Giustizia non è ancora fatta, amici e compagni che ci seguite da sette anni.

Non molliamo ora. Non fermiamoci ad ascoltare le sirene. La strada è ancora lunga.

Ciao Anna. Siamo sempre qui. Non ti abbiamo dimenticato. E non dimentichiamo nemmeno nei mesi in cui sui giornali non si parla di te.

Annaviva compie 6 anni. Aiutateci a diventare grandi

annavivaSei anni fa, il 9 maggio del 2008, nasceva a Milano Annaviva. 9 maggio, giornata della Vittoria, in Russia e non solo.

In questi anni l’associazione che vuole ricordare Anna Politkovskaja e portare avanti le sue battaglie, è stata – nel suo piccolo – protagonista di molte iniziative. Abbiamo lanciato raccolte firme per non dimenticare Anna e pensiamo di essere riusciti nell’intento: a Milano e Brescia la giornalista ha un albero alla memoria e a Ferrara le è stata dedicata una strada.

Dallo scorso anno, sempre dopo una mobilitazione di Annaviva, alla Politkovskaja sono stati dedicati i giardini di Corso Como a Milano. A tutte le cerimonie di inaugurazione hanno partecipato (da noi invitati) famigliari di Anna o suoi colleghi della Novaja Gazeta.

Abbiamo organizzato iniziative pubbliche contro la guerra in Georgia, per la liberazione di detenuti politici in Russia, a favore delle Pussy Riot, in sostegno delle opposizioni al regime putiniano, contro l’omofobia durante le recenti Olimpiadi, per la libertà di stampa in Ungheria e la libertà in generale in Bielorussia.

Abbiamo organizzato viaggi di turismo responsabile, soprattutto nei periodi elettorali, a Mosca, Kiev, Varsavia e Budapest.

L’ultima iniziativa milanese, pochi giorni fa, nella nostra “sede”, la Libreria popolare di via Tadino 18, per capire dove sta andando l’Ucraina.

Il nostro sguardo è sempre stato rivolto verso l’Europa orientale. Da quel confine passa, a nostro giudizio, il futuro dell’intero continente. Che non merita di essere dominato da tiranni da quattro soldi (ma con solida preparazione dittatoriale) e da leader politici pavidi e attenti solo al loro (provvisorio) orticello elettorale.

Nel giorno del nostro sesto compleanno chiediamo a chi ha voglia e tempo e magari anche soldi (le iniziative costano, invitare ospiti stranieri costa, affittare teatri e cinema costa) di darci una mano. Iscrivetevi, aiutateci.

È il momento giusto.

……………………………………………………………………………………………………………………………….

Six years ago, on the 9th of May 2008, the association Annaviva was founded in Milan. The 9th of May: Victory day not only in Russia.

In these years, the association, which aims to remember Anna Politkovskaya and carry on her fights, was the promoter of a lot of activities.

We have launched signature-collections not to forgive Anna and we succeeded in it: a tree in Anna’s memory was planted in Milan and Brescia and a street was named after her in Ferrara. In 2013, thanks to Annaviva mobilization, also the gardens in Corso como in Milan were named after her. Anna’s relatives and her colleagues from the Novaja Gazeta always took part to the opening ceremonies, since Annaviva invited them.

We organized lots of public events against Georgia war, for the freedom of political prisoners in Russia, supporting the Pussy Riot and all the opposition parties to the regime of Putin, against the homophobia during the last Olympic games, for the freedom of the press in Hungery and the freedom in Bielorussia.

We are promoters of responsible tourism especially in election times, we went to Moscow, Kiev, Warsaw, Bdapest.

At Libreria Popolare di Via Tadino in Milano, we recently promoted a debate to understand where Ukraine is going.

Our eyes always stare at Eastern Europe. From this border, you can see the future of the whole continent, which doesn’t deserve to be dominated by dictators and political leaders, who only look after their own business.

On the day of our 6th birthday, we ask people, who want and have some time and money, to help us. All our activities have costs: to invite foreign guests, rent cinemas and theatres…. Sign up, help us.

This is the right time to do it.

 

Pussy Riot – A Punk Prayer trailer

Pussy riotAnnaviva e Libreria Popolare mercoledì 19 marzo presentano il film – documentario Pussy Riot – A Punk Prayer, vincitore del premio speciale della giuria al Sundance Film Festival 2013. Alla proiezione sarà presente il regista Mike Lerner

Proiezione in lingua originale con i sottotitoli in italiano

Ingresso gratuito

Casa di distribuzione: I wonder picture

Appuntamento mercoledì 19 marzo alle ore 20 al cinema Ariosto, Milano.

Pussy Riot – A Punk Prayer trailer

Milano, il documentario Pussy Riot – A Punk Prayer e il regista Mike Lerner

L’associazione Annaviva e la Libreria Popolare via Tadino presentano Pussy Riot – A Punk Prayer, il documentario sul gruppo artistico delle Pussy Riot.

La proiezione sarà il 19 marzo al cinema Ariosto di Milano e sarà anticipata dall’intervento di uno dei due registi della pellicola, Mike Lerner.

Pussy Riot Milano

Annaviva, aperitivo di Natale

annavivaAnnaviva è lieta di invitarvi all’aperitivo di Natale

giovedì 19 dicembre alle 20,30

in Libreria Popolare – via Tadino 18 – MILANO

Venite a conoscerci in una serata divertente e informale! Parleremo delle prossime iniziative, dei successi di quest’anno, degli incontri, della situazione attuale e ci scambieremo gli auguri di Natale.

Vi aspettiamo il 19 dicembre alle 20,30 alla Libreria Popolare di via Tadino 18, Milano!

Reading internazionale di solidarietà con Mikhail Khodorkovsky, Platon Lebedev e i prigionieri politici russi

Annaviva, in collaborazione con lattOria e Libreria popolare di via Tadino è lieta di invitarvi al

Reading internazionale di solidarietà con Mikhail Khodorkovsky, Platon Lebedev e i prigionieri politici russi

25 OTTOBRE 2013 ORE 21.30
Libreria Popolare, via Alessandro Tadino, 18 – 20124 Milano

mikhail khodorkovsky platon lebedev

«Mi ricordo l’ottobre del 2003. Il mio ultimo giorno da uomo libero. Alcune settimane dopo il mio arresto, mi hanno informato che il presidente Putin aveva deciso: avrei dovuto “mandare giù brodaglia” per 8 anni. Era difficile crederci allora». A distanza di 10 anni, l’ex oligarca russo Mikhail Khodorkovsky, proprietario della compagnia petrolifera Yukos, si trova ancora in carcere. Insieme a lui il socio in affari Platon Lebedev. Sono stati condannati in due diversi processi, nel 2005 e nel 2010, per reati fiscali. Le stesse accuse rivolte oggi al blogger russo anti-Putin Aleksej Navalny. Anche Khodorkovsky si era schierato apertamente contro lo zar di Russia appoggiando movimenti di opposizione e per questo, secondo esponenti della società civile e organizzazioni in difesa dei diritti umani, sta pagando un caro prezzo.

Il 25 ottobre, giorno del decimo anniversario dell’incarcerazione dell’ex oligarca russo, del “prigioniero di coscienza” come lo ha definito Amnesty International, Annaviva aderisce all’iniziativa promossa dal Festival della Letteratura di Berlino e vi invita a partecipare al reading internazionale per la libertà dei prigionieri politici in Russia. Durante l’evento, che si terrà in contemporanea in diverse capitali del mondo, Sara Urban e Martina De Santis, attrici della compagnia teatrale lattOria, leggeranno brani tratti dalla corrispondenza tra l’imprenditore ed esponenti del mondo della cultura russa. Nel corso della serata verrà proiettato un breve filmato dell’incontro a Mosca tra una delegazione di Annaviva e i genitori di Mikhail Khodorkosky.

Annaviva – L’associazione Annaviva promuove la libertà di stampa e la tutela dei diritti umani nell’Est Europa. Il suo nome si ispira ad Anna Politkovskaja, giornalista russa assassinata a Mosca il 7 ottobre 2006. A lei, al suo lavoro, al suo impegno nel raccontare la verità, il 12 giugno 2013 il Comune di Milano ha intitolato un parco. I giardini Politkovskaja oggi sorgono in zona corso Como grazie alla petizione popolare promossa da Annaviva nel 2011 e firmata da oltre 2mila persone.

Progetto teatrale LattOria – Dopo il successo dello spettacolo teatrale “El’sa K”, scritto da Andrea Riscassi per la regia di Alessia Gennari, che ha debuttato nel 2011 in occasione dell’anniversario della morte di Anna Politkovskaja, continua la collaborazione tra Annaviva e lattOria. LattOria nasce come progetto e gruppo di lavoro nel 2009 e si costituisce come associazione culturale nel 2010. Alessia Gennari, regista, e Sara Urban, attrice, ne sono i soci fondatori. LattOria nasce dalla convinzione dell’importanza del teatro quale interlocutore sociale privilegiato e si propone di lavorare a progetti teatrali che siano espressione della relazione fra teatro e reale, a spettacoli che vogliono riflettere sulla contemporaneità mediante il ricorso a parole, storie, linguaggi classici o drammaturgie originali. LattOra attualmente è impegnata in una collaborazione con ArteVox per lo spettacolo “Elena. Tragedia lirica sulla deriva del mito” in scena al Teatro Elfo Puccini.

Ricordando Anna, 7 anni dall’omicidio di Anna Politkovskaja

Annaviva per i giardini Anna PolitkovskajaAnnaviva e Libreria Popolare il 7 ottobre organizzano un incontro per ricordare Anna Politkovskaja a 7 anni dal suo omicidio a Mosca.

Il programma delle celebrazioni:

ore 18,30 deposizione di una corona di fiori nel giardino Anna Politkovskaja (corso Como – porta Garibaldi, Milano)

ore 19,30 nella Libreria Popolare di via Tadino proiezione del documentario “Anna Politkovskaja, una donna armata solo della sua penna” di Silvia Pelliccioni, montaggio di Paolo Di Lorenzo.
A seguire, letture di testi scritti da Anna Politkovskaja

Vi aspettiamo lunedì 7 ottobre per ricordare insieme Anna

Giardini Anna Poliktovskaja, Milano
Giardini Anna Poliktovskaja, Milano

Annaviva pro Navalny, Pussy Riot e Shalabayeva

20130723-210539.jpg
Annaviva torna in piazza a Milano nei Giardini dedicati ad Anna Politkovskaja.
Come avvenuto a Mosca, l’associazione chiede giustizia per Aleksey Navalny perché non si fermi la sua candidatura a sindaco di Mosca.
Si sono ricordate anche le due Pussy Riot in carcere da un anno e mezzo per il concerto anti-putiniano nella Chiesa del Cristo Salvatore.
E polemizzato col governo italiano che ha concesso l’espulsione della kazaka Shalabayeva, moglie di un dissidente. È stata chiesto che sia allontanato dall’Italia l’ambasciatore kazako.
Qui il video:

……………..
Annaviva back to the streets in Milan in the Gardens dedicated to Anna Politkovskaya.
As was the case in Moscow, the association demands justice for Aleksey Navalny that does not stop his candidacy for mayor of Moscow.
They also remember the two Pussy Riot in prison for a year and a half for the anti-Putin concert in the Church of Christ the Saviour.
And polemic with the Italian Government which granted the expulsion of the Kazakh Shalabayeva, wife of a dissident. It was requested that the ambassador left Italy Kazakhstan.