Archivi tag: duma

Che fare della Crimea? La Las Vegas russa!

Mentre Putin e il fedele ministro dell’istruzione cercano di bandire la cultura straniera dalle scuole russe, la Duma decide di importare uno dei peggiori vizi dell’Occidente (anzi, degli States): le città-casinò.

La camera bassa russa ha infatti approvato un progetto di legge per la creazione di zone dedicate al gioco d’azzardo in Ucraina, penisola ucraina annessa a marzo.

La stessa idea verrebbe estesa a Sochi, località sul Mar Nero dove si sono svolte le recenti Olimpiadi invernali.

Alè, come dice un giornalista da quattro milioni di euro.

Annaviva, aperitivo di Natale a Milano

annavivaAmiche e amici,
Al Consiglio Direttivo
Ai soci e simpatizzanti di Annaviva
abbiamo iniziato il 2012 a Mosca seguendo le elezioni per il rinnovo della Duma, per le elezioni presidenziali e per la grande manifestazione di maggio;
abbiamo manifestato in estate, pubblicamente e con un’attenzione dei media mai vista prima, il nostro dissenso per la sconcertante sentenza di condanna delle Pussy Riot;
abbiamo condotta una battaglia solitaria ma non silenziosa per chiedere che il nostro Paese non concedesse l’estradizione di Ivan Kostin che a maggio ha potuto lasciare gli arresti domiciliari italiani e tornare dalla sua famiglia in Israele;
abbiamo ottenuto, pochi giorni fa, che la città di Milano dedicasse un importante spazio pubblico ad Anna Politkovskaja!

Ci troviamo, per un aperitivo augurale e natalizio,

Lunedì 17 dicembre 2012

alle ore 20.00 c/o Libreria Popolare di via Tadino 18 a Milano

Sarà l’occasione per farci gli auguri, scambiarci opinioni sull’attività svolta nel 2012 e programmare al meglio il 2013.

Vi aspettiamo!!!

Per scaricare l’invito cliccate qui: Aperitivo

Russia, Putin pronto a soffocare le proteste

Putin reagisce. Dopo mesi di proteste, manifestazioni, sit in, il neo eletto presidente russo è pronto a limitare con forza ogni atto non gradito al regime. Nella notte, la Duma, la camera bassa dell’Assemblea Federale Russa, ha quindi approvato una legge che ostacola ancora di più il diritto a riunirsi liberamente sancito dall’art. 31 della Costituzione. A nulla sono serviti i tentavi dell’opposizione. La legge è stata approvata, dopo una lunga discussione, con 241 sì e 147 no.

Che cosa cambia?

Cambia il peso della multa prevista per le manifestazioni non autorizzate. Ora, chi partecipa a un corteo non autorizzato dovrà pagare una sanzione che puà arrivare fino a 300 mila rubli (più di 7000 euro) contro i 2 mila (circa 50 euro) previsti dalla vecchia legge. Se partecipare è tanto rischioso, quanto può essere una multa per chi organizza una simile manifestazione? Ben un milione di rubli (quasi 250 mila euro).

Il cambiamento avviene a una settimana dalla protesta indetta dall’opposizione per il 12 giugno. Un caso?