Archivi tag: Pussy Riot

Lettera di Mikhail Khodorkovsky alle Pussy Riot Nadezhda Tolokonnikova e Maria Alekhina

Khodorkovsky mikhail

Il prigioniero politico Mikhail Khodorkovsky ha scritto una lettera ai due membri del gruppo Pussy Riot che sono stati condannati al carcere, Nadezhda Tolokonnikova e Maria Alekhina. Vi riportiamo la lettera pubblicata da HRO.org

Per Nadezhda Tolokonnikova e Maria Alekhina

Care ragazze,

La vostra data di uscita arriverà molto presto. Certo, un anno e mezzo – o anche meno – può sembrare un’eternità in questo momento, ma credetemi, scivolerà in un batter d’occhio. Ho visto molti compagni e per la maggior parte di loro gli ultimi mesi, settimane e giorni sembrava non passare mai. Ma alla fine anche loro volavano via verso la libertà.

E’ deplorevole che in un momento di difficoltà Nadya sia arrivata al punto di dover difendere i propri diritti per mezzo di uno sciopero della fame. A volte non c’è proprio altra via d’uscita, ahimè. L’unica cosa che vorrei chiedere a voi è quello di valutare attentamente i costi ei benefici di ciò che si sta cercando di raggiungere con l’impatto che avrà sulla vostra salute o addirittura la vita. Sono certo che l’effetto di attirare l’attenzione sul problema sia già stato raggiunto.

So che hai una famiglia e degli amici che ti aspettano all’esterno. Hai fatto un ottimo lavoro, hai tenuto duro e lo stai continuando a fare. Nelle tue dichiarazioni in tribunale durante il processo hai mostrato veramente i tuoi avversari per quello che sono. Eri su un livello – parlo anche del livello culturale – che loro non potranno mai sperare di raggiungere.

Sarò onesto, il mio livello di istruzione decisamente impallidisce in confronto. E sono lieto che voi, la nuova generazione, siate stati in grado di ottenere di più in questo senso. Questo significa che non tutto è ancora perduto per il nostro Paese.

Vi auguro tutto il meglio e auguro vivamente che lascerete la prigione più sagge di quello che eravate, potrete anche portare con voi il desiderio di sviluppare la nostra società civile, per aiutare le persone a diventare consapevoli del fatto che essi sono realmente, uomini e cittadini.

Vi auguro successo.

rispettosamente,

Mikhail Khodorkovsky

 

Annaviva sta organizzando un incontro in ottobre dedicato a Mikhail Khodorkovsky… continuate a seguirci!

Pd: “Bonino chieda chiarimenti sulla detenzione delle Pussy Riot”

pussy-riot Nadezhda Tolokonnikova“Il ministro degli ssteri Emma Bonino chieda chiarimenti immediati e rassicurazioni sulla detenzione in un carcere russo della giovane leader del gruppo Pussy Riot, madre di una bambina di 5 anni”, Nadezhda Tolokonnikova. E’ quanto chiedono i deputati del Partito democratico Michele Anzaldi e Enzo Amendola (componente della commissione esteri), annunciando una interrogazione urgente al ministero degli esteri.

“Dalle notizie diffuse dalla stampa internazionale – spiegano i deputati – si apprende che la giovane  denuncia condizioni al limite dello schiavismo e del campo di concentramento nella detenzione in un carcere russo. Si parla di massacranti turni di lavoro forzato, ritorsioni anche corporali sui detenuti e minacce di morte, motivo per cui Nadezhda Tolokonnikova avrebbe dato inizio a uno sciopero della fame”.

“In considerazione anche della lunga e riconosciuta esperienza – aggiungono i deputati Pd – nel campo dei diritti civili del ministro Bonino, in particolare nei confronti della Russia, il governo italiano chieda chiarimenti in sede internazionale alle autorità russe, per comprendere se quanto denunciato risponde al vero”.

Annaviva pro Navalny, Pussy Riot e Shalabayeva

20130723-210539.jpg
Annaviva torna in piazza a Milano nei Giardini dedicati ad Anna Politkovskaja.
Come avvenuto a Mosca, l’associazione chiede giustizia per Aleksey Navalny perché non si fermi la sua candidatura a sindaco di Mosca.
Si sono ricordate anche le due Pussy Riot in carcere da un anno e mezzo per il concerto anti-putiniano nella Chiesa del Cristo Salvatore.
E polemizzato col governo italiano che ha concesso l’espulsione della kazaka Shalabayeva, moglie di un dissidente. È stata chiesto che sia allontanato dall’Italia l’ambasciatore kazako.
Qui il video:

……………..
Annaviva back to the streets in Milan in the Gardens dedicated to Anna Politkovskaya.
As was the case in Moscow, the association demands justice for Aleksey Navalny that does not stop his candidacy for mayor of Moscow.
They also remember the two Pussy Riot in prison for a year and a half for the anti-Putin concert in the Church of Christ the Saviour.
And polemic with the Italian Government which granted the expulsion of the Kazakh Shalabayeva, wife of a dissident. It was requested that the ambassador left Italy Kazakhstan.

Milano, Pussy Riot alla Libreria delle donne

Free Pussy RiotSabato 26 gennaio alle 18 la Libreria delle donne di Milano ospita un incontro dedicato alle Pussy Riot.

Su internet il video si è diffuso come un virus: di fronte all’altare della cattedrale, hanno indossato passamontagna colorati esi sono messe a cantare una preghiera punk (VD N°103) pregando la Madonna di cacciare il nuovo zar Putin. L’obiettivo delle Pussy Riot : dare “una scossa di nervi” alla società russa.

Da qui è nato un processo/spettacolo che svela come Marija, Katja e Nadja, tre giovani artiste hanno messo sotto scacco il regime.

Introdurranno la discussione sulle Pussy Riot alla Libreria delle donne Laura Colombo e Sara Gandini, partendo dal libro Una preghiera punk per la libertà (Il Saggiatore, 2012).

Alle 19 sarà in collegamento skype Katja Samusievic, una delle autrici del libro di cui si parlerà alla Libreria delle donne. Ora Katja è agli arresti domiciliari, mentre Mascia e Nadja sono in due colonie penali differenti.

Segue il buffet a cura di Estia

Per prenotare telefonare al numero 02 70006265

http://www.libreriadelledonne.it

#Annaviva per la libertà in #Russia, appuntamento stasera a Milano

annaviva #freepussyriotAnnaviva per la libertà in Russia stasera a Milano!
Appuntamento all’Ostello Bello di via Medici, 4 alle ore 20.00
Annaviva – associazione che promuove la libertà di stampa e la tutela dei diritti umani nell’Est Europa – presenterà al pubblico una documentazione fotografica e testuale sugli arresti successivi alla grande manifestazione moscovita del 6 maggio 2012, convocata dalle opposizioni dopo le elezioni presidenziali.
La colonna sonora di questo appuntamento sarà affidata a DJ Dago di Elita dalle ore 21 alle 23.
Sarà possibile in tale occasione acquistare una copia del nuovo libro “Una preghiera punk per la libertà” che raccoglie le lettere dal carcere, poesie, canzoni, dichiarazioni al processo del gruppo punk PUSSY RIOT che ha scosso il mondo.
Verranno inoltre presentate “5 Storie Strane”, una serie di storie vere, a volte al limite del paradosso, che pongono l’accento sul sistema giudiziario russo.
L’evento, in generale, vuole fare luce sulla attuale situazione politica in Russia, dove il “regime democratico” sta effettuando dei cambi costituzionali e sulla libertà d’espressione che spetterà agli ospiti giudicare.
Durante la serata verranno raccolti fondi per la difesa dei ragazzi arrestati a maggio 2012 e ancora oggi privati della loro libertà.
Vi aspettiamo!!
17 GENNAIO 2013– ore 20.00
http://www.facebook.com/events/115087792000318/

——————————————————-

Annaviva for freedom in Russia
17th JANUARY 2013– at 8 p.m.
Ostello Bello – via Medici 4 – Milan
AnnaViva – the Italian organisation promoting freedom of press and defending human rights in Eastern Europe – is going to present to the public a collection of pictures and texts documenting detentions following the massive protest of the 6th May 2012 in Moscow, after the presidential elections.
Soundtrack of this event will be chosen by DJ Dago di Elita from 9 p.m. till 11.
During the evening it will be possible to buy a copy of the new book “Una preghiera punk per la libertà” (“A punk prayer for freedom”), collecting letters from the prison, poems, songs, pleadings by the PUSSY RIOT, the punk band who has shaken up the world.
Furthermore “5 Storie Strane” (“5 Strange Stories”), a series of true stories, sometimes almost paradoxical, about the Russian judicial system will be presented.
The event wants to throw light on the current political situation in Russia, where the “democratic regime” is changing the Constitution, and aims at making guests reflect on the status of freedom of speech and expression.
During the event funds will be raised for defending the young people who were detained in May 2012 and are still imprisoned.
Don’t miss it!!
17th JANUARY 2013– at 8 p.m.
Ostello Bello – via Medici 4 – Milan
http://www.facebook.com/events/115087792000318/

#PussyRiot ancora in carcere

Pussy riotLe #PussyRiot rimangono in carcere. Mentre a Milano, Annaviva si preparava al presidio in via Dante (ore 17,30), così come sta avvenendo in tutto il mondo, i giudici russi hanno respinto la richiesta di sospesione della pena di una delle due ragazze, Maria Alekina, per accudire il figlio, essendo anche mamma single.

Annaviva, oltre al presidio di oggi pomeriggio, si ritrova domani sera alle 20 all’Ostello Bello di Milano per presentare un percorso espositivo sugli arresti successivi alla grande manifestazione moscovita del 6 maggio 2012, convocata dalle opposizioni dopo le elezioni presidenziali. La colonna sonora sarà affidata a DJ Dago di Elita dalle ore 21 alle 23. In questa occasione potrete acquistare una copia del nuovo libro “Una preghiera punk per la libertà” che raccoglie le lettere dal carcere, poesie, canzoni, dichiarazioni al processo delle #PussyRiot che ha scosso il mondo.
Verranno inoltre presentate “5 Storie Strane”, una serie di storie vere, a volte al limite del paradosso, che pongono l’accento sul sistema giudiziario russo.
L’evento, in generale, vuole fare luce sulla attuale situazione politica in Russia, dove il “regime democratico” sta effettuando dei cambi costituzionali e sulla libertà d’espressione che spetterà agli ospiti giudicare.
Durante la serata verranno raccolti fondi per la difesa dei ragazzi arrestati a maggio 2012 e ancora oggi privati della loro libertà.

Vi aspettiamo!!

Анна Вива в поддержку Пусси Райот, Annaviva per le Pussy Riot

#FREEPUSSYRIOT annavivaАнна Вива в поддержку Пусси Райот
16 января 2013г. – в 17:30 – вия Данте, Милан

16 января ожидается решение Верховного Суда РФ по ходатайству об откладывании отбытия срока одной из девушек из Группы Пусси Райот – Маши Алехиной – до момента
достижения четырнадцати лет ее дочери.

Анна Вива присоединяется к мобилизации всего мира в защиту Пусси Райот, трех девушек из феминистической музыкальной панк группы, приговоренных к двум годам принудительных работ за их анти-путинское выступление в Храме Христа Спасителя.

Сделаем вместе этот жест солидарности, чтобы никто не был забыт!

Мы ждем Вас на вия Данте в Милане в 17:30 16 января 2013 г.

Annaviva per le Pussy

Il prossimo 16 gennaio 2013 la Corte Suprema russa dovrà decidere se sospendere la pena a una delle Pussy Riot, Masha Alyokhina, fino al compimento del quattordicesimo anno di età della figlia.

Annaviva non dimentica e si unisce alla mobilitazione mondiale a favore delle Pussy Riot, le tre ragazze del gruppo punk femminista che dovranno scontare due anni di lavori forzati per il concerto anti-putiniano nella Cattedrale del Cristo Salvatore di Mosca.

Un gesto di solidarietà per non far dimenticare nessuno.

Vi aspettiamo a Milano in via Dante, sotto la bandiera russa, il 16 gennaio 2013 dalle ore 17.30!

Per partecipare l’evento cliccate qui: http://www.facebook.com/events/315232408576819/

Annaviva for Pussy Riot

Anna Viva for Pussy Riot
16 January 2013 – at 17:30 – via Dante, Milan

On January 16th the Russian court will have to decide wether to suspend the sentence of one of the girls from Pussy Riot, Masha Alyokhina, until her daughter turns fourteen.

Anna Viva joins the world mobilisation in support for Pussy Riot, the three girls from a feminist punk group, who will have to serve two years of colony for an Anti-Putin concert in the Christ the Saviour Cathedral in Moscow.

Let’s make this gesture of solidarity so that no-one remains forgotten.

The sit-in will begin in via Dante, 16, Milan at 17:30 on the 16th of January 2013.

Annaviva per le Pussy Riot

pussy riot annavivaIl prossimo 16 gennaio 2013 la Corte Suprema russa dovrà decidere se sospendere la pena a una delle Pussy Riot, Masha Alyokhina, fino al compimento del quattordicesimo anno di età della figlia.

Annaviva non dimentica e si unisce alla mobilitazione mondiale a favore delle Pussy Riot, le tre ragazze del gruppo punk femminista che dovranno scontare due anni di lavori forzati per il concerto anti-putiniano nella Cattedrale del Cristo Salvatore di Mosca.

Un gesto di solidarietà per non far dimenticare nessuno.

Vi aspettiamo a Milano in via Dante, sotto la bandiera russa, il 16 gennaio 2013 dalle ore 17.30!